Interessante evento dal titolo “L’Imprenditoria trapanese, ieri, oggi e domani” venerdì sera nell’accogliente Museo Regionale Agostino Pepoli, a Trapani con la partecipazione autorevole anche di tante personalità.
La manifestazione ideata dai ragazzi della IV C dell’Istituto di Istruzione secondaria superiore “Sciascia e Bufalino” supervisionati dal prof. Salvatore Caradonna, moderatore della serata, ha visto, tra gli altri la presenza e gli interventi di saluto del Vescovo di Trapani Mons. Pietro Maria Fragnelli, del sindaco di Trapani Giacomo Tranchida, del sindaco di Erice Daniela Toscano Pecorella, del direttore del Museo Regionale Pepoli Roberto Garufi, che ha fatto gli onori di casa.
La vice preside dell’Istituto professoressa Cettina Mistretta, ha parlato a nome della dirigente Margherita Ciotta.
Sul tema sono intervenuti Chico Paladino Florio, discendente della storica famiglia di imprenditori che nell’800 ha segnato la storia della Sicilia, soprattutto nell’imprenditoria vinicola, cantieristica navale, trasporti via mare e delle tonnare, Maria Cristina Castiglione, della famosa azienda di cattura dei tonni e della lavorazione del pescato, Nino Castiglione, Maria Elena Bello, delle Cantine Florio, Alessandro Forino, presidente del consiglio di amministrazione della Liberty Lines.
Tutti, in maniera interessante hanno esternato comunicazioni sul loro settore facendo evincere la realtà e la evoluzione dell’imprenditoria trapanese dagli albori ai giorni nostri.
In conclusione è intervenuto il giornalista-scrittore Attilio L. Vinci, che ha sottolineato come l’imprenditoria trapanese vanta dei primati e straordinarie eccellenze meritevoli di una maggiore incidenza nel tessuto socio-economico del territorio.. La serata è stata allietata dalla musica e dai canti del gruppo musicale Mauro Carpi Quintet.
Hanno contribuito alla realizzazione dell’evento i docenti prof. Sabrina Nieddu, Elena Bettini, Biagio Sugameli e Caterina Alastra con il consiglio di classe. Grazie a tutti!

FOTO DELL'INCONTRO